Come al solito è giusto specificare che non esiste nel campo della kinesiologia applicata un unico protocollo valido per tutti e Ernia Iatale Kinesiologia Vittorio Venetoquindi quello che di seguito viene descritto sono delle “possibilità di lavoro” che un kinesiologo dovrà verificare durante una seduta.

Si calcola che nei paesi industrializzati 6 persone su 10 soffrono di ernia iatale.

In kinesiologia applicata si testa quella che è considerata la “tendenza all’ernia iatale” ossia uno stato di tensione sull’area dello iato (il foro del diaframma che collega esofago a stomaco) che può portare all’ernia iatale. 

Alcune volte arrivano delle persone che dicono che hanno l’ernia iatale ma che in realtà hanno disturbi digestivi di altro genere.

Solo attraverso gli esami medici come la radiografia o la gastroscopia si può vedere se c’è o non c’è l’ernia iatale.

Le cause più comuni dello squilibrio digestivo legate all’area iatale in genere sono:

 

Stress emozionali che causano tensione al diaframma e che vanno poi a sbilanciare lo stomaco, il muscolo psoas e l’area cervicale.

Stress digestivi dovuti ad una alimentazione errata o fatta troppo di fretta. Spesso i cibi raffinati ed il masticare poco sono la causa primaria. Il bere poca acqua può generare dei seri problemi allo stomaco.

Grandi sforzi, gli sforzi possono essere fisici ma non solo. Anche uno sforzo emozionale prolungato crea tensione prolungata sul diaframma con dolori di schiena, mal di stomaco, stress digestivi e dolori cervicali.

Che cosa si fa in Kinesiologia Applicata:

Non voglio elencare tutti i prodotti che possono dare una mano per questo genere di problema perché sono facilmente reperibili su internet o chiedendo in farmacia, parafarmacia o erboristerie.

In Kinesiologia Applicata si cerca innanzitutto l’origine di tutto questo.

Spesso accade che l’alimentazione è disordinata. Il caffè, la sigaretta i dolci e molto spesso l’eccesso di frumento e di formaggi causano stress allo stomaco.

L’aspetto emozionale è fortemente preso in considerazione ed equilibrato attraverso delle tecniche antistress (ad esempio con i punti di rilassamento dello stress collocati sulla fronte, con la respirazione, con la risata, ecc.).

Modi di dire: Mandare giù un boccone amaro, ingerire un rospo, mi è rimasta qui sullo stomaco e non va ne su ne giù.

L’aspetto funzionale coinvolge l’equilibrio della masticazione, lo stress dello iato, la valvola ileocecale e le pieghe di Houston (valvola rettale). Mediante delle manualità queste aree vengono aiutate ad una migliore funzionalità.

Come al solito BigPharma ha messo le mani anche in questo stress dando antiacidi e protettivi della mucosa intestinale. Queste sostanze, alla lunga, creano alterazioni della regolazione del pH sanguigno con conseguente squilibrio nella digestione delle proteine e affaticamento delle reni e polmoni (sistema tampone) ma questa è un’altra storia non di mia competenza. 

Aggiungi commento

Ogni commento è ben accetto purché non contenga volgarità o termini offensivi

Codice di sicurezza
Aggiorna