L’uovo è uno dei cibi più completi che si possono trovare. 2 uova contengono fra i 16 ed i 20 grammi di proteineeggs oltre a vitamine come la A, D, E, vitamine del gruppo B tra cui l’acido folico oltre a diversi minerali come calcio, magnesio, potassio, zinco e ferro. Nell’uovo si trovano anche altre due vitamine che ci servono per combattere lo stress esse sono la colina e la biotina entrambe aiutano il sistema nervoso e l’integrità della membrana cellulare.

Uovo e sostanza grassa

Il grasso dell’uovo è un equilibrio fra grassi saturi circa 1,5 gr e quelli monoinsaturi che sono circa 3,5 grammi. Anche i grassi saturi hanno un ruolo importante nella nostra salute, senza entrare nei dettagli ma un po’ di grassi saturi sono necessari per la nostra salute.

Uovo e colesterolo

Una credenza divulgata in passato dalla medicina era che l’uovo contenendo grasso faceva salire il colesterolo cattivo del sangue (LDL). Con il tempo si è visto che non è il grasso che mangiamo che porta a creare il colesterolo ma sono altri fattori come lo stress, la salute del fegato e l’uso esagerato di carboidrati (pane , pasta, riso, ecc.).

Un’interessante ricerca condotta in un ospedale in Tailandia riporta un calo del 48,38 % del colesterolo LDL (colesterolo cattivo), L’HDL (colesterolo buono) era aumentato leggermente ma senza dare dei cambiamenti significativi. I trigliceridi anche calarono leggermente. La ricerca venne fatta dando da mangiare un uovo al giorno per 6 settimane a 51 uomini e 5 donne.

Altri grassi chiamati “idrogenati” sono invece altamente dannosi. I grassi trans o grassi idrogenati si trovano soprattutto in margarine, brioche, snack dolci, salatini, patate fritte surgelate, krapfen, burro, dadi da brodo, preparati per minestre, alimenti da fast-food, pesce surgelato in panatura, pop-corn in busta, formaggi stagionati, ecc.

Come cucinare l’uovo

Una cosa da fare attenzione è come si cucina l’uovo. L’uovo può essere cucinato nell’acqua oppure può essere cucinato in una sostanza grassa.

Quando si cucina l’uovo in una sostanza grassa è bene utilizzare un grasso che abbia un “punto di fumo” alto. Il punto di fumo è la temperatura in cui l’olio si brucia e crea sostanze tossiche per la nostra salute.

L’olio di oliva ha un punto di fumo che varia a seconda la varietà di olive usata e soprattutto a seconda la percentuale di acqua contenuta nell’olio che varia da 160° a 210 gradi.

Personalmente preferisco usare del burro chiarificato che ha un punto di fumo a 260°

Lo strutto, oramai quasi scomparso, ha un punto di fumo a 260° come il burro.

Quando si fa una frittata non serve girarla, sarà sufficiente tenere il fuoco al minimo e coprirla, dopo circa 5 minuti l’uovo sarà cotto anche sopra senza essere portato ad alte temperature.

 

Digeribilità dell’uovo

A differenza di quel che si crede i tempi di digestione dell’uovo, se è cucinato senza essere bruciato, sono di circa 2 ore mentre invece di una pasta in bianco sono di 3 ore.

Quante uova a settimana

La quantità è soggettiva e varia a seconda dell’attività fisica svolta, per chi non fa sport di solito sono consigliate 4 uova a settimana.

Molti medici e preparatori atletici consigliano, per un atleta, di mangiare 2 uova la giorno.

Chi non può mangiare le uova

Chi soffre di calcoli biliari deve fare attenzione con le uova perché il grasso dell’uovo stimola la contrazione della colecisti.

Ovviamente anche chi è allergico alle uova non può mangiarle.

Fonti:

Phil Maffetone books; http://health.gov/dietaryguidelines/; The Effect of daily consumption of boiled and fried egg on cholesterol level in overweight Thai men

Aggiungi commento

Ogni commento è ben accetto purché non contenga volgarità o termini offensivi

Codice di sicurezza
Aggiorna