MUSCOLI, COMANDANO I PIÙ PICCOLI?

Controllo Motorio Parallelo & Densità Delle Cellule A Fuso

Una dei vantaggi del metodo HYPERTON-X è il fatto che durante la correzione del muscolo in ipertono si riesce a coinvolgere anche i muscoli sinergici in quanto non è possibile isolare completamente un muscolo. Quando mettiamo gli Ischiocrurali in estensione, il Grande Gluteo e la parte bassa della schiena sono in parte coinvolti in questa estensione.

Molto importante è in questo caso il Principio del Controllo Motore Parallelo, basato sugli studi di Peck, Buxton e Nitz. (“A Comparison of Spindle Concentrations in Large and Small Muscles Acting in Parallel Combinations” - Journal of Morphology - 1984) in sintesi essi dicono

I muscoli più piccoli funzionano come un “monitoraggio muscolare” generando importanti propriocezioni che danno un feedback al sistema nervoso centrale.

I Dr. Buxton e Nitz Peck osservarono nei loro studi, che vi sono spesso dei muscoli corti minori che agiscono sulle giunture in concomitanza con i muscoli lunghi. I muscoli minori sono troppo minuti per incidere sul movimento, ma sono molto più forniti di cellule a fuso dei maggiori. I due ricercatori diedero cosi origine alla teoria che i muscoli minori agiscono come muscoli "piloti", fornendo ai muscoli responsabili per il movimento delle informazioni sensoriali aggiuntive, perché questi possano operare in modo più efficiente.

Il muscolo Plantare è parallelo al Gastrocnemio. Il m. plantare, agisce in concomitanza col gastrocnemio. Il plantare ha una massa di 10,5 gr, contro i 390 gr del gastrocnemio (2,7% solamente).Plantare e Gastrocnemio   cellule a fuso

ll m. plantare ha 3,71 cellule a fuso per gr, contro le 0,4 del gastrocnemio (rapporto di 10 a 1).

Passando dallo stato di contrazione a quello di estensione il plantare varia del 45%, contro il 15% del gastrocnemio (rapporto di 3 a 1). Ciò proverebbe che la contrazione in estensione dell’HYPERTON-X sia il più efficace metodo per rimettere a posto le cellule a fuso che si sono “inceppate” creando un ipertono muscolare, verso il centro del muscolo.

 

Il metodo HYPERTON-X molto probabilmente ha effetto anche sui muscoli paralleli cosa che altri metodi non hanno. Questo perché il ventre del muscolo parallelo non è situato sotto al ventre del muscolo più grande responsabile del movimento.

(I muscoli paralleli hanno fibre che, come suggerisce il nome, corrono parallele l'una all'altra e sono talvolta chiamati muscoli della cinghia. Normalmente sono muscoli lunghi che provocano grandi movimenti, non sono molto forti ma hanno una buona resistenza. Gli esempi includono Sartorio e Sternocleidomastoideo)

Un altro esempio, i muscoli del collo:

Sternocleidomastoideo Cellule a fuso

            Retto del collo Cellule a fuso      

 Il metodo Hyperton-X è costituito da una serie di tecniche che lavorano sulle fasce muscolari in ipertono. Secondo questo principio accade spesso che delle fasce muscolari dello stesso muscolo hanno una differente contrazione rispetto allo stesso. Quando le fasce non sono in equilibrio le conseguenze sono una maggiore predisposizione ai traumi articolari, una ridotta ampiezza di movimento e una forza muscolare ridotta.

Articolo tratto dal manuale Hyperton-X modulo uno, tutti i diritti riservati.

Per maggiori informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.