EMOZIONI

 

Le emozioni sono viste come un qualcosa di spontaneo e di non controllabile. E’ giusto che le emozioni siano spontanee quando ci aiutano ma dovrebbero essere controllabili e cambiate quando invece influenzano negativamente la nostra salute.

Anche l’emozione è un atto di consapevolezza e di scelta.newborn con scritte copia

Da qualche anno si è visto e provato che le emozioni sono create da una serie di neurotrasmettitori che hanno come base gli amminoacidi.

La dottoressa Candace Pert neuroscienziata e farmacologa statunitense studiò i recettori per gli oppioidi ma scoprì oltre a questo molto di più. Ella scoprì quali sono le molecole che creano le emozioni e dove vanno a legarsi (i recettori).

La dottoressa Pert con la sua equipe scoprì che gli amminoacidi formano i neurotrasmettitori e di questi riconobbe nei neuropeptidi la capacità di trasmettere informazioni di natura emozionale.

Le emozioni attivano una serie di reazioni biochimiche che agiscono sul cervello, sul sistema immunitario e su quello ormonale.

Quando noi “proviamo” una emozione stiamo creando delle reazioni biochimiche nel corpo che a seconda dell’emozione, innescano salute o malattia.

Un massaggio, un abbraccio, un cioccolatino, un mazzo di fiori e molti altri aspetti della vita innescano emozioni che agiscono su tutto il corpo.

Nel breve corso che andremo a fare domenica pomeriggio 17 febbraio prenderemo in considerazione 4 tecniche legate alle emozioni:

 

1) Una preparazione emozionale per un avvenimento futuro (contro l'ansia per il futuro)

2) Un azzeramento da stress emozionali importanti del passato (un peso da lasciare andare!)

3) Un azzeramento della memoria fisica legata a stress del passato (il corpo ricorda ogni fardello)

4) Un affermazione specifica e personalizzata per evocare lo stato d’animo di guarigione (stimolo i miei neuropeptidi per stare bene)

 

Le tecniche spiegate hanno alle spalle più di 30 anni di comprovati successi, sono semplici ed alla portata di tutti.

 

La sede del corso è a Conegliano (TV) in Via Manin 1

c/o il Centro Kreo Keope Point

Domenica 17 Febbraio 2019 dalle 14.30 alle 18.30

Il corso è aperto a tutti, il prezzo è di soli 70 euro (pagamento sul posto domenica al corso) compreso di manuale ed attestato di frequenza. Per info ed iscrizioni Silvano Schiochet cell. 347.1856357    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

ARTICOLAZIONI

Sintesi dell'articolo
[Dopo aver fatto una riabilitazione o anche come forma preventiva prima di una lesione, si possono fare una serie di valutazioni e correzioni non contemplate nelle basi della fisioterapia.
Queste valutazioni riguardano i recettori della pelle, i meccanocettori articolari, una possibile differenza della tonicità basale dei muscoli coinvolti, il coinvolgimento di altri distretti muscolari, le conseguenza emozionali non patologiche del trauma
]
  

 

articolazioni

 

Un trauma articolare può accadere per molteplici motivi. Quello sicuramente meno preventivabile è quando c’è una caduta o nell’ambito sportivo, quando c’è una colluttazione con un avversario o con un oggetto.

Nell’Hyperton-X si verificano e correggono:

- Lo stato di tonicità basale dei muscoli coinvolti nell’articolazione infortunata.

Quando un retto femorale è in iper o ipotonicità basale alterata rispetto al normale tono, altre aree del corpo o l’articolazione appena ristabilita potranno subire nuovamente dei traumi o perlomeno delle disarmonie nella attivazione delle catene muscolari.

- Anche i legamenti hanno una loro tonicità che deve essere ben equilibrata per il buon funzionamento articolare. Nell’Hyperton-X si verificano e correggono anche queste piccole disarmonie.

- Sicuramente conosci e lavori già con la fascia muscolare ma oltre a quella anche i recettori della pelle influenzano la stabilità dell’articolazione con l'Hyperton-X si possono verificare e correggere. Spesso ad esempio la pelle nell’area lombare è ipertonica ed è sufficiente fare uno scollamento per notare dei notevoli cambiamenti nella elasticità lombare. Ma non è solo quell’area ad essere sbilanciata, spesso la pelle attorno ad un’articolazione che ha subito un trauma è in uno stato ipertonico (senza arrivare al lavoro sulla fascia).

- Un trauma anche di non notevole intensità ha spesso delle conseguenza emozionali/piccole paure sull’articolazione che senza essere dei psicologi, senza la necessità di terapie emozionali mirate, può essere semplicemente riarmonizzate velocemente mediante una semplice tecnica di alleviamento dello stress.

In altre situazioni una specifica posizione del corpo ricorda lo stress subito e riattiva una catena neurologica-muscolare, anche in questo caso il problema non è patologico ma è una "pulizia neuro-emozionale-muscolare" dello stress subito.

- Nel momento del trauma un’articolazione è stata lesionata ma una serie di altri muscoli posti lontani dalla lesione si sono attivati per ridurre al minimo le conseguenze.

Bruscamente il corpo ha contratto ad esempio, la spalla ed il braccio opposto per prepararsi all’impatto e questa contrazione è stata talmente rapida che ora rimangono dei "residui neurologici" sulla libertà di movimento e sulla tonicità di alcuni muscoli. La conseguenza è che ogni volta che la persona/atleta attiva la postura che ha causato il trauma, la spalla ed il braccio opposto reagiscono contraendosi eccessivamente.  Attraverso l'Hyperton-X si interrompe l'effetto conosciuto come catena Reattore-Reattivo e si ripristina la libertà di movimento.

Altri esempi di reattività si trovano fra muscoli agonisti/antagonisti, fra muscoli sinegici o nella attivazione di una catena muscolare come ad esempio nell'attivazione dei muscoli del quadricipite assieme con i tibiali. Le conseguenze sono un recupero lungo e laborioso, una muscolatura nell’arto traumatizzato che fa fatica a riprendere il trofismo pre-trauma e la giusta coordinazione viene ripresa con molta difficoltà.

Attenzione ipotonicità non vuol dire che basta fare degli esercizi per irrobustire la parte ma vuol dire che il corpo registra quello stato muscolare come la giusta tonicità da tenere anche dopo un esercizio (tono muscolare basale).

 

Qui trovi le informazioni sul prossimo corso Hyperton-X

 

 

 

Fondamenti della N.O.T.casa nel lago fondamenta BASI

Pre-Requisiti: conoscenze base di anatomia e fisiologia del corpo umano, titolo di studio di Fisioterapista, Kinesiologo, Massofisioterapista, Laurea in Scienze Motorie, Massaggiatore Professionale e/o figure professionali simili.

Questa è un CORSO SOLO TEORICO sulla N.O.T. e questa è la prima volta che viene insegnato in EUROPA

Perché questo corso:

Molti studenti dopo aver frequentato i corsi della N.O.T. iniziarono a chiedere ulteriori informazioni per approfondire le loro conoscenze in quello che stavano facendo. Inoltre la N.O.T. è stata costruita su molte informazioni frutto di 40 anni di studio e di pratica quindi passare tutti i perché in un corso tutto pratico è quasi impossibile.

Nel 1998 Trevor Savage (Istruttore e Vice-presidente della NOT Australasia)  decise di fare un manuale chiamato "Foundation For N.O.T." che poi sarebbe diventato, in Australia, il manuale N.O.T. 1.

Questo manuale ti permette di rendere più accessibili tutte le tecniche migliorando la consapevolezza e facilitando l’apprendimento dei corsi successivi (per chi vuole iniziare questo percorso).

UN ALTRO scopo del manuale “Fondamenti della NOT” è quello di ridurre al minimo agli studenti il sovraccarico di informazioni e di materiale che si usa nella parte pratica.

Fondamenti della N.O.T. fornisce agli studenti gli strumenti per apprendere meglio la N.O.T. in questo modo sarà più facile ed efficace mettere assieme i vari pezzi che la compongono durante i moduli successivi e si potrà passare dalla parte teorica a quella pratica con molta facilità.

È il corso ideale per i professionisti che lavorano nel campo della salute e del benessere.

Questo corso è anche per chi è interessato ad esplorare la N.O.T. come bagaglio personale sulla Kinesiologia per poi applicarlo al proprio lavoro.

È essenziale per coloro che hanno già studiato la N.O.T. ma fino ad oggi non sono stati in grado di comprenderla completamente e di utilizzarla con sicurezza.

Il corso è stato progettato per fornire informazioni di base sul "perché fai quello che fai", in questo modo puoi usare la N.O.T. in forma più specifica ed efficace per ogni cliente.

 

Quando oltre alla tecnica c’è l’intenzione e la consapevolezza i miracoli avvengono

Programma:

Origini e breve storia della N.O.T.

Anatomia e Fisiologia applicata alle tecniche N.O.T.

Neuro Anatomia e Fisiologia applicate alla N.O.T.

Test dei muscoli in Kinesiologia applicata e nell’Hyperton-X,

Informazione sul principali punti di agopuntura (agopressioni) utilizzati

Categoria I, II, III derivati dalla S.O.T (Sacro Occipital Technique) Chiropratica

Articolazione temporo mandibolare (A.TM.) e muscoli - anatomia e fisiologia

Neurotrasmettitori

Teoria dei protocolli trattati nella N.O.T. Strutturale

            Stabilità dell’Atlante/tensione del tallone

            Lunghezza della gamba

            Riflessi di gravità

            Cloacali e Andature

            Complesso Lesioni Craniali/Testa (C.L.C)

Sistema limbico/immunitario

A.T.M. (Universale, Digestiva, Difensiva, Valvole digestive Croniche, Ernia Iatale, Strutturale, Coinvolgimento lombare)

Sistema limbico/immunitario

Scoliosi Idiopatica

Dislessia e Difficoltà di Apprendimento

 

Date

28-29 Settembre 2019 a Conegliano (TV) Via Manin 1 c/o il Centro Keope

Sabato 21 inizio ore 9.30 - Domenica 22 inizio ore 9.00

Costi* 170 euro (compresi i 15 euro per l'attestato internazionale ed il manuale)

* Il prezzo applicato si intende per corsi fatti in sede. Quando il corso è fatto in un’altra sede il prezzo potrà variare in funzione delle spese sostenute. 

Pre-Requisiti: NOT MODULO 1; 

Per iscrizioni ed informazioni: Schiochet Silvano

cell. 347.1856357

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

ARTICOLAZIONE TEMPORO MANDIBOLARE E N.O.T.

La Tecnica di Organizzazione Neurologica (Neural Organization Tecnique) è una tecnica di riequilibrio del corpo creata dal Chiroprata Americano Carl Ferreri.loop testa bacino per Articolo

In molte discipline Fisioterapiche ma soprattutto Osteopatiche e Craniosacrali si parla delle connessioni che esistono fra muscoli ed ossa del cranio e muscoli ed ossa del bacino. Si parla ma in nessuna disciplina al mondo si sono definite effettivamente queste connessioni.

Il Dottor Carl Ferreri è stato l’unico a studiare e a verificare delle precise connessioni fra Testa e Bacino.

Esse si possono riassumere come segue:

 

MANDIBOLA DESTRA - DURA MADRE Un test specifico che si usa nella NOT dimostra una connessione fra la mandibola destra ed il medio gluteo della gamba sinistra ed uno stress legato alla tensione sulla Dura Madre. La Mandibola Destra è connessa anche con aspetti emozionali delle persona.

 

MANDIBOLA SINISTRA - SQUILIBRIO GIUNTURA ILEO SACRALE corrisponde a quella che è chiamata Categoria II ad essa sono poi collegati 16 diverse tipologie di sublussazioni o di tensioni Testa/Bacino.

L’osso temporale è reattivo a l’osso iliaco e si corregge mediante delle stimolazioni sul processo mastoideo.

È inutile è insufficiente correggere il bacino se prima non si è corretto l’area cranica da cui si è creato il problema.  

La mandibola sinistra rappresenta anche una memoria di un dolore e si attiva ogni volta che il corpo assume la posizione che causava quel dolore.

 

ATM E DIGESTIONE L’Articolazione Temporo Mandibolare è la prima parte del corpo interessata dalla digestione del cibo, quando la bocca si muove per masticare diversi meccanismi si attivano per accogliere il cibo come i muscoli masticatori, i muscoli dello ioide, lo iato esofageo e la tendenza al reflusso. Nella NOT si ripristina anche l’equilibrio di apertura/chiusura che deve esistere fra i diversi passaggi degli intestini (cardias, piloro, sfintere di Oddi, valvola ileo cecale, e pieghe di Huston).

 

ATM E SQUILIBRI PELVICI Altro aspetto è la connessione che c’è fra il quadrato dei lombi, medio gluteo e muscoli addominali e l’equilibrio dell’area pelvica. Anche questo viene verificato e se trovato in squilibrio viene corretto in pochi e semplici passaggi.

Il corpo si difende come può quando ha uno stress. La difesa parte prima dal cervello che attiva i muscoli del cranio che agiscono di conseguenza sul bacino e a seguire, sulla colonna vertebrale.

 

N.O.T. è un programma completo di ripristino dell’equilibrio del corpo. I corsi base si sviluppano in alcuni fine settimana pratici dove si evidenziano e si correggono gli stress descritti sopra e molti altri. Un terzo corso solo teorico facilita l’operatore a comprendere appieno tutti i meccanismi della NOT.

Successivamente, per chi è interessato, viene affrontata ed equilibrata la parte biochimica che a causa dello stress potrebbe essere sbilanciata ed in specifico il sistema ormonale, immunitario e cardiaco.

Qui informazioni sul prossimo corso 

 

Che cos’è la NOT?

Tecnica di Organizzazione Neurologica (T.O.N.) attualmente è una delle più complete e potenti trattamenti della medicina olistica che esista al mondo. La T.O.N. è stata costruita sulle conoscenze acquisite dalle ricerche in:

  • Kinesiologia Applicata (Dr. George Goodheart e Dr. David Walther)
  • Touch for Health (Dr. John Thie)
  • Terapia Sacro Occipitale (Dr. John Upledger)
  • Chiropractica (Dr. David Palmer)
  • Riflessi Neuro Linfatici (Dr. Frank Chapman)
  • Riflessi di Bennet o Riflessi Neuro Vascolari (Dr. Terence Bennett)
  • Programmazione Neuro Linguistica (Richard Bandler e John Grinder)
  • Medicina Dentistica Olistica (Dr. W.A. Price, H. Huggins, G. Meinig, J. Char, H. Gelb, J. Witzig, Dr. Sam Queen, Dr Eric Davis a osservazioni fatted a Trevor Savage in 25 anni di lavoro)
  • Punti di Agopuntura Cinese
  • Nutrizione Olistica
  • Anatomia e Fisiologia
  • Riflessi Neonatali
  • Osservazioni del Dr. Carl Ferreri, sviluppatore e fondatore del metodo T.O.N. con più di 50 anni di ricerche in Chiropratica.

Basi teoriche della T.O.N.

L’aspetto principale che caratterizza la filosofia della T.O.N. riguarda il fatto che per comprendere come funziona il nostro corpo bisogna rifarsi ai meccanismi primari di sopravvivenza. Noi siamo stati creati innanzitutto per resistere in un ambiente ostile. Di conseguenza, con l’eccezione di acqua, cibo e aria tutto il resto è presente all’interno del nostro corpo. Il nostro corpo è in grado di autoguarirsi, di regolarsi e di rigenerarsi.

Questi meccanismi, attraverso la natura, sono inclusi in noi alla nascita, integrati ed in grado di agire automaticamente dall’inizio della nostra vita. Traumi fisici, emotivi o carenze alimentari possono disturbare queste funzioni automatiche. La T.O.N. ha trovato molte chiavi di comprensione e correlazioni di molti di questi meccanismi.

Nel 1979 il Dr. Ferreri riconobbe l’importanza dei meccanismi di sopravvivenza dell’alimentazione; lotta/fuggi/paura; riproduzione; sistema limbico/immunitario del corpo umano. Questi meccanismi sono primari nel funzionamento di ogni persona.

Il Dr Carl Ferreri iniziò così ad esplorare in profondità questi concetti e a sviluppare un programma di organizzazione del sistema neurologico umano.

                                                                                

Modello attuale

L’attuale modello della salute è incentrato sulla malattia e sul dolore e non sul benessere. Come se la salute fosse solo un’assenza della malattia.

I classici trattamenti sono fatti con farmaci (chimici), chirurgici (strutturali) e con le radiazioni (uccidendo le cellule dannose). Questo non è focalizzarsi sulla causa ma è curare i sintomi.

L’intenzione della T.O.N. è di trattare gli squilibri presenti nel corpo, trattare l’insieme della persona e correggere ciò che troviamo in squilibrio.

 

Se c’è dolore, la ragione è più importante del fatto che hai dolore. Il dolore nel nostro corpo è un modo per dirci che qualcosa è sbagliato! La T.O.N. riconosce che il benessere si può raggiungere solo quando c’è armonia nelle funzioni del sistema nervoso e nel scegliere di prevenire lo squilibrio piuttosto che curare il sintomo. La T.O.N. si concentra su ciò che si manifesta come squilibrio prima che diventi un problema trattabile solo dall’intervento medico (farmaci, interventi chirurgici o radiazioni).

Kinesiologia come strumento  

La Tecnica di Organizzazione Neurologica (T.O.N.) è basata sull’arte e sulla scienza della Kinesiologia Applicata ed usa un muscolo come Muscolo Indicatore che sarà prima debole e poi forte dopo la correzione neurologica.

Il muscolo è usato come “porta” per accedere ad informazioni neurologiche del corpo. Queste informazioni permettono di avere un approccio educativo globale verso la persona e non curativo. Inoltre monitorando lo stato della correzione si può capire se il trattamento sta avendo effetto. La T.O.N. è un sistema organizzato nato dalla Kinesiologia Applicata.

Il Muscolo Indicatore è di fondamentale importanza nella T.O.N., se non ci fosse stata la risposta di un Muscolo Indicatore non sarebbe stato possibile avere le conoscenze sviluppate in questi 40 anni.

Di tutto questo siamo grati al Dr. George Goodheart DC, Dr John Thie DC, Dr Sheldon Deal DC, Dr David Walther DC e alle ricerche di molti altri chiropratici oltre alle ricerche dei Terapisti Kendall, Kendall e Wadsworth che scrissero molti libri negli anni 30 sull’uso del test muscolare.

Fu grazie al Dr. Goodheart DC che si inizio ad usare le informazioni dei punti Neuro Vascolari del Dr. Bennett DC e dei Neuro Linfatici scoperti del Dr. Chapman agli inizi degli anni 30. Nel 1970 il Dr. John Thie Dc sviluppo il sistema del Touch for Health aggiungendo i punti di Agopuntura alla Kinesiologia Applicata. Attualmente ci sono più di 100 metodi differenti di Kinesiologia Applicata. La T.O.N. è sicuramente una delle tecniche più complete che si possono trovare nella pratica professionale.

Che cosa può fare la T.O.N. per me che sono un professionista della salute?

Puoi essere un Chiroprata, Fisioterapista, Kinesiologo, Agopuntore o Fisiatra con la T.O.N. potrai imparare come sia efficace riportare in omeostasi il sistema nervoso attraverso una strutturazione clinica fatta di una serie di protocolli di test/correzioni.

Questi coinvolgimenti e stabilizzazioni della testa, delle spalle, spalle con la pelvi, miglioramento del sistema immunitario e del sistema endocrino, equilibrio ed integrazione emisferica con connessioni cerebrali e stabilizzazione dei vari coinvolgimenti dell’articolazione temporo mandibolare.

Scoliosi, Dislessia, Stress Emozionale, articolazioni periferiche e molto altro sono tutti trattati con risultati molto positivi.

Questi protocolli sono stati suddivisi per adattarsi perfettamente ai tempi ristretti di uno studio.

Che cosa può fare la T.O.N. per il tuo cliente/paziente?

Il cliente/paziente cerca un trattamento per un suo specifico problema e sarà più soddisfatto se chi lo aiuta a stare bene può spiegargli il sistema con un linguaggio semplice.

La T.O.N. utilizza Test di Risposta Muscolare Kinesiologica organizzata per accertare e valutare squilibri PRIMA e DOPO la correzione in questo modo c’è la certezza che la correzione sia stata fatta. Il segreto reale dei trattamenti della T.O.N. sta nella sequenza dei trattamenti; una sequenza scoperta e sperimentata dal DR. Carl Ferreri DC circa 50 anni fa.

Problemi come lesioni alla testa, allergie, scoliosi, deficit di attenzione, dislessia fino a squilibri ormonali femminili, ipertensione nell’uomo sono stato trattati con ottimi risultati.

Molti atleti hanno utilizzato la T.O.N. come prevenzione delle lesioni e per eliminare gli stress inclusi stati di ansia e fobie.

Sistemi valutati e corretti o migliorati:

Lesioni alla testa, colpo di frusta, dolori cronici al collo, dolori alla schiena e alle spalle, instabilità delle anche, caviglie e ginocchia. Sindrome del tunnel carpale, mal di testa, allergie, scoliosi, sciatalgie, articolazioni, articolazione temporo mandibolare, asma, enuresi notturna, prostata, problemi alle ovaie, pressione sanguigna, squilibri circolatori cardiaci, squilibri ormonali maschili e femminili, disordini del sistema immunitario, dislessia, deficit di attenzione, sindrome di Down, Autismo, Sclerosi Multipla, disordini renali, stress emozionali

Fonte: http://neuralorganizationtherapy.com

Sottocategorie